Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Il Patrimonio / Fondi giudiziari / Uffici di Conciliazione dei comuni della provincia di Gorizia, bb.280 e regg. 224 (1930-1997). Elenco

Uffici di Conciliazione dei comuni della provincia di Gorizia, bb.280 e regg. 224 (1930-1997). Elenco

L'art. 20 dell'Ordinamento giudiziario stabiliva che in ogni comune avesse sede un ufficio di conciliazione, cui era addetto un giudice onorario. La sua nomina fu all'inizio (1865) di carattere regio, dal 1958 la nomina avviene ad opera del Consiglio Superiore della Magistratura. La carica durava tre anni, con un'unica possibilità di rinnovo del mandato. Funzione caratteristica del Giudice conciliatore era l'interposizione nelle private controversie su richiesta delle parti interessate.

A Gorizia fu introdotto nel 1929 dopo l'avvento del Codice civile italiano avvenuto nel 1928. La L. 21 nov. 1991, entrata in vigore nel 1993, ha sostituito il Giudice conciliatore con un nuovo magistrato onorario, il Giudice di pace.

Comuni sede di Uffici di conciliazione: Gradisca, Capriva del Friuli, Cormons, Staranzano, Mariano del Friuli, S. Lorenzo Isontino, Romans d'Isonzo, Dolegna del Collio, Gorizia, Villesse, Savogna d'Isonzo, Monfalcone, S. Canziano, Ronchi dei Legionari, Turriaco, Grado.

 Il fondo, per i suddetti comuni, comprende: “Cause e ricorsi ingiuntivi” 1930-1997. “Sentenze” 1943-1997. “Decreti ingiuntivi” 1961-1995. “Atti di amministrazione, personale, statistica” 1929-1998.