Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Il Patrimonio / Fondi giudiziari / Giurisdizione di Ranziano, bb.127 e regg. 13 (1652-1840). Inventario

Giurisdizione di Ranziano, bb.127 e regg. 13 (1652-1840). Inventario

Nelle contee di Gorizia e Gradisca, domini asburgici dal XVI secolo, nei riguardi della popolazione non cittadina e di quella che non godeva del privilegio di foro, l'amministrazione della giustizia era affidata di regola ai privati signori e giurisdicenti locali, che la esercitavano sulla base di concessioni sovrane.

Ranziano ebbe una giurisdizione locale, retta dai conti Strassoldo; fu soppressa in seguito alla cosiddetta prima concentrazione del 1788 e poi ripristinata con il Decreto aulico del 6 agosto 1792, che stabilì la seconda concentrazione delle giurisdizioni di campagna. Escluse le due brevi parentesi napoleoniche, funzionò fino al 1840, quando le sue competenze passarono all'Ufficio distrettuale del Circondario di Gorizia.

 

Il fondo comprende: "Atti giustiziali" 1793-1840. “Ventilazioni ereditarie” 1797-1837. Protocolli transazioni giudiziali e contratti” 1793-1840. "Atti politici" 1793-1839. “Protocolli transazioni politico-economiche” 1821-1839. Registri; “Signoria di Ranziano” 1762-1791. “Giurisdizione di Biglia” 1780-1781. “Signoria di Dorimbergo” 1779-1793. “Giurisdizione di Merna” 1770-1777. “Signoria di Rifembergo superiore”1673-1793. “Giurisdizione di Savogna” 1782.

 

Consulta:

Inventario on line su SIAS