Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Il Patrimonio / Fondi di enti, associazioni, fondazioni / E.N.A.P.I. - Ente nazionale artigianato e piccole industrie, bb.229 e regg.72 (1903-1980)

E.N.A.P.I. - Ente nazionale artigianato e piccole industrie, bb.229 e regg.72 (1903-1980)

L'Istituto per il promovimento delle industrie di Gorizia nasce nel 1902 su iniziativa della Camera di Commercio al fine di sostenere le piccole imprese locali e per promuovere, secondo la legge austriaca del 9 aprile 1873, la costituzione di cooperative di consumo e consorzi per l'acquisto di materie prime, produzione e vendita.

l'Istituto si sviluppò fino a comprendere diversi uffici e servizi: ufficio della mediazione del lavoro, la biblioteca aperta alla consultazione pubblica, la Scuola speciale di perfezionamento per pittori decoratori e arti affini oltre ad una serie diversificata di corsi di formazione professionale. Tra le iniziative, quella di promozione delle industrie casalinghe, già esistenti, tra cui quella del merletto. Vennero inoltre organizzate numerose esposizioni e mostre.

Dopo il conflitto, nel 1921, l'Istituto di Gorizia fu unito agli altri Istituti di Venezia, Trieste, Rovereto e Bolzano, nella Federazione degli Istituti per la protezione e lo sviluppo delle piccole industrie nelle Tre Venezie, dotato di Statuto e Regolamento interni.

L' 8 ottobre 1925 viene istituito a Roma l'Ente nazionale per l'artigianato e le piccole industrie (ENAPI): l'Istituto goriziano si vede riconoscere le attribuzioni di Comitato per le piccole industrie, poi sede periferica dell'ENAPI.

Nel 1938 a Roma viene istituito un nuovo ente, l'Istituto nazionale fascista per l'addestramento e il perfezionamento dei lavoratori dell'industria (INFAPLI) con il compito di incrementare e perfezionare le capacità tecnico professionali dei lavoratori dell'industria. A livello locale i dirigenti della Unione degli Industriali e della Unione dei lavoratori dell'industria organizzano e gestiscono i corsi, con la possibilità di delega all'Enapi.

Nel 1945 L'Enapi viene trasformato in delegazione locale dell'ENAPI, dipendendo poi dalla Direzione generale dell'artigianato e delle piccole industrie, costituita presso il Ministero dell'industria e del commercio, con D. L. 23 febbraio 1946 n. 223.

L'Enapi fu soppresso e posto in liquidazione in seguito alla legge 21 ottobre 1978, n. 641.

 

Il fondo comprende: "Istituto".  "Personalia". "Istruzione". "Esposizioni".   "Conferenze". "Mediazione del lavoro". "Contributi". "Biblioteca".  "Consorzi". "Collezioni". "Azione a favore degli apprendisti". "Cassa". "Segretariato del popolo". "Credito". "Statistica". "Commissione ufficiosa d'esame ai lavoratori". "Amministrazione".  "Contabilità".  "Protocolli". "Bottega d'arte Gorizia". "Gestione merletti", "INFAPLI".

 

Consulta l' Inventario

Consulta l' Indice

Consulta l' Introduzione all'inventario

Consulta l'inventario on line su SIAS